L'AZIENDA

Lo sfondo dolomitico dei Monti Alburni sovrasta maestoso, splendida quinta teatrale che trasmette tutta la quiete e, nel contempo, la potenza della natura. Il massiccio fa parte del più ampio contesto del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, un territorio dalle sorprendenti risorse naturalistiche e storico-artistiche. Ai suoi piedi, ad accogliere visivamente gli ospiti sono l’uliveto e gli alberi da frutto distesi sui dolci declivi dell’Agriturismo Sorgituro, poi l’orto, un po’ più in alto le “casette” dell’agricampeggio; a completare con armonia la visuale, due corpi di fabbrica: il ristorante e - appartate quanto basta - le camere. Da oltre dieci anni offriamo ai nostri ospiti una pausa dalla vita in città, un riavvicinamento alla bellezza e al silenzio della natura. Una vacanza, ma anche solo un week-end, qui da noi riporta al ritmo naturale della vita. Quello dell’evolversi delle stagioni, intorno a sé e in tavola.

Quello di un’allegra chiacchierata con i padroni di casa o con gli altri ospiti, come vecchi amici. Quello della riscoperta di una passeggiata in montagna, magari accompagnata da una guida che racconta il territorio e le sue creature. Quello della partecipazione alla raccolta delle olive, alla preparazione di conserve, ad un corso di cucina. L’ambiente, la naturalità dei cicli, la semplicità d’un tempo nei rapporti fra le persone sono qui da noi ispiratori di una filosofia di vita e di accoglienza. L’ospitalità, nata a Sorgituro come attività di affiancamento a quella della produzione agricola, è oramai la nostra ragione di vita.

I PRODOTTI

L’orto, il frutteto, l’uliveto, la vigna: sono loro i veri protagonisti della nostra azienda. Da anni noi di Sorgituro abbiamo puntato su una produzione biologica, ed elaboriamo i nostri piatti in base a ciò che, mese per mese, matura nell’orto. Assecondare le stagioni è alla base del nostro modo di vivere e di intendere la cucina, anche quella dedicata ai nostri ospiti. La filosofia alla base del nostro lavoro è, infatti, la ricerca dell’equilibrio con la natura, quell’armonia dimenticata dai più, ma da molti affannosamente ricercata. Broccoli, finocchi, zucchine e zucca, cipolle, pomodori e melanzane sono quelli che crescono nel nostro campo.


Ciò che avanza dal consumo, invece, si trasforma in conserve, sempre utili in cucina: sott’oli d’ogni sorta e pomodori in barattolo. Lo stesso lavoro lo facciamo con la frutta: chi assaggia le nostre marmellate non ne mangia più d’altre! L’olio è quello che con orgoglio produciamo dai nostri ulivi. La pregiatezza del nostro condimento sta nel bassissimo tasso di acidità, frutto dell’impiego di attente tecniche nella coltura e nella raccolta delle olive.
E ultimo – ma non da ultimo! - nostro è anche il vino che troneggia in tavola. Non sarà doc, ma è prodotto anch’esso con le tecniche biodinamiche, e soprattutto con amore. Per gli appassionati di vere doc, però, disponiamo di vini imbottigliati.